favelas

fav mario.

Il Monicelli pensiero in una frase (grazie Chiara Rapaccini)....

fav sticazzi.

http://machedavvero.it/2016/06/ho-avuto-unilluminazione-si-chiama-sticazzi/ Chiara Cecilia Santamaria, blogger, giornalista e scrittrice ("Machedavvero?" è il suo blog nato nel 2008 per sdrammatizzare una gravidanza inaspettata e per dire la sua sugli stereotipi sulla maternità, "Quello che le mamme non dicono" e "Da qualche parte nel mondo" sono i suoi libri) ci invita a riflettere...

fav vizi.

I miti cambiano: una volta ci si faceva del male, oggi ci si fa del bene, in ogni caso ci si fa. Prima per essere interessante dovevi bere, fumare, superare i limiti di velocità, drogarti e fare l'alba. Oggi per essere notato devi farti di quinoa, zenzero, curcuma, bacche...

fav tentata vendita.

Jacques Séguéla scriveva: "Non dite a mia madre che faccio il pubblicitario, lei mi crede pianista in un bordello.", oggi ci si vende come un monolocale. I tempi cambiano, ma il karma di chi fa questo mestiere resta sempre una brutta bestia....

fav friends.

Non è istigazione all'alcolismo, è istigazione all'amicizia, il sentimento più fresco, limpido e gratificante di questo mondo. Se questo post fosse un annuncio per una bevanda alcolica, la sua nota legale - scritta rigorosamente in corpo 8 - sarebbe: amate gli amici irresponsabilmente. A tal proposito, e...

fav cow.

LA COLLA, IL BISTURI E L'ARTE DEI COW BOYS. Tributo a un leggendario studio milanese. Di Daniele Cima (dal blog di Pasquale Barbella). http://interpab.blogspot.it/2016/07/la-colla-il-bisturi-e-larte-dei-cow-boys.html 1972. Beppe Mazzetti ha sedici anni e trascorre le sue giornate bighellonando e giocando a carte e a calcio-balilla al bar che è sull’angolo tra...

fav ali.

Dentro un ring o fuori non c'è niente di male a cadere, è sbagliato rimanere a terra. (Muhammad Ali, 1942-2016)...

fav brividino.

Si doveva pigiare forte sui tasti e le lettere arrivavano a una a una come pugni sulla carta: Bam! Bam! Bam! Di tanto in tanto bisognava cambiare il nastro di inchiostro perché a forza di pigiare il nero diventava grigio sbiadito. Per gli errori c'era il bianchetto, si stendeva la vernice e...

fav penne.

Pasquale Barbella racconta i testi di David Abbott. http://interpab.blogspot.it/2016/05/abbotts-list.html?view=timeslide Il testo pubblicitario più istruttivo e toccante che io ricordi non è stato scritto né per Amnesty International né per la Croce Rossa, né per la Chiesa Cattolica né per l’Unesco. È stato ricamato per una marca di scotch...

fav-day.

Il 2 maggio del 1944 il professor Leonard Sydney Dawe cominciò a essere sorvegliato con discrezione dal Mi5, il controspionaggio britannico in quel momento freneticamente impegnato a scoprire e fermare  ogni fuga di notizie sul piano alleato per sbarcare in Normandia, nella Francia occupata dai...